#S4P2018

DISUGUAGLIANZE GLOBALI

15-16 NOVEMBRE 2018 UNIVERSITÀ BOCCONI

X

Conferenza mondiale Science for Peace 2018: “Ridurre le disuguaglianze”

25 luglio 2018

Alberto Martinelli

La società contemporanea considera le disuguaglianze intollerabili come mai prima d’ora. Se in passato giustificazioni religiose, storiche o identitarie e la rigida divisione in ceti potevano contribuire ad alleviare il risentimento dei gruppi sociali più disagiati, con la profonda trasformazione dei rapporti sociali e politici nella rivoluzione industriale e politica della modernità e con il mutamento radicale dei concetti di giustizia, libertà e uguaglianza dell’Illuminismo si sono sviluppate forti istanze di eguaglianza di diritti e di opportunità. Nelle tumultuose e complesse vicende degli ultimi due secoli l’obiettivo di ridurre drasticamente le diverse forme di disuguaglianza ha occupato un posto centrale nell’agenda politica dei movimenti collettivi e dei governi.
 
Delle cause delle disuguaglianze, delle loro diverse manifestazioni, del loro intreccio e del come contrastarle intende parlare la decima edizione della Conferenza Mondiale di Science for PeaceRidurre le disuguaglianze, contrastare le loro espressioni più odiose è necessario se si vuole valorizzare il contributo che ogni cittadino può dare allo sviluppo e socioeconomico, politico e culturale della società in cui vive. Disuguaglianze di reddito e di accesso alla salute, all’istruzione, ai servizi sociali, al consumo responsabile non solo riducono le potenzialità di crescita economica, ma minano il consenso sociale negando gli eguali diritti di cittadinanza.
 
Ridurre le disuguaglianze non significa soltanto, e nemmeno principalmente, ridurre il divario tra ricchi e poveri, ma significa combattere tutte le forme di discriminazione, garantire le pari opportunità per donne e uomini, significa permettere alle future generazioni di godere in egual misura delle opportunità a noi oggi disponibili, in sintesi realizzare gli Obiettivi di sviluppo equo e sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
 
Come raggiungere questi obiettivi? Quali modelli sono stati adottati nel corso della storia e nei diversi paesi per porre un limite alle disuguaglianze? Quali soluzioni si sono rivelate maggiormente efficaci? A queste domande si cercherà di rispondere nei due giorni della decima Conferenza Mondiale di Science for Peace che affronterà le principali cause e i principali effetti delle disuguaglianze, con un particolare focalizzazione sul tema del rapporto tra disuguaglianze e salute.
 

Condividi su

Ultimi post

Il saggio breve di una studentessa di Science for Peace

06 dicembre 2018

LA SCIENZA COME MEZZO PER COLMARE LE DISUGUAGLIANZE SOCIALI di Valeria Sgobbi del Liceo Classico Cesare Beccaria di Milano
 
Aggirandosi per il mondo occidentale capita spesso di restare folgorati dalla bellezza della frenesia cittadina, dalle vetrine curate e dalle luci avvolgenti. Eppure spesso, camminando poco più in là, sotto un portico, si assiste alla miseria di persone che non hanno nemmeno il pane quotidiano. Sorge immediatamente una sensazione di smarrimento di fronte, da un lato, al benessere che ci circonda, dall’altro, all’evidente povertà in forte contrasto con la sontuosa architettura del centro città. Forse quindi la disuguaglianza sociale, fenomeno che nella mentalità comune acquisisce i connotati delle lotte operaie della contestazione comunista, non è scomparsa dalla realtà sociale, ma solo sepolta sotto false apparenze e debiti in banca.

Le produzioni degli studenti che più hanno colpito il comitato organizzatore della decima edizione di Science for Peace

06 dicembre 2018

Il 15 e 16 novembre si è svolta la decima edizione della Conferenza Mondiale Science for Peace organizzata da Fondazione Umberto Veronesi. 1.040 studenti provenienti da 26 scuole di Lombardia, Emilia Romagna e Veneto hanno partecipato alla Conferenza. Tra queste, 18 hanno aderito alla sfida proposta da Fondazione di produrre, in preparazione all'evento, del materiale - sotto forma di tweet, post Facebook, video e saggio breve - che esprimesse il pensiero dei ragazzi circa le Disuguaglianze Globali.
Abbiamo  ricevuto 95 contributi. Ecco i nomi dei vincitori divisi per categoria:

Video Herat edizione 2018

22 novembre 2018


Guarda ora il video!